podere la casa rossa podere la casa rossa

Questa é la nostra terra, che la nostra famiglia Chiti, ama da generazioni, lavorando e producendo vino da almeno 50 anni. Qui le nostre ville offrono una vacanza indimenticabile per confort, agio e bellezza. La storia inizia da molto lontano nei primi anni del dopo guerra quando il nonno della famiglia Chiti, giovane personaggio molto intraprendente entrava a far parte di una illustre fattoria della zona di San Gimignano, prendendone padronanza come fattore agricolo. Lui amava molto trattare gli interessi del suo padrone prendendo a cuore il mondo del vino in tutte la sue molteplici sfumature. Entrava anche in un mercato nuovo aperto a nuovi orizzonti che lo condusse a diventare in seguito un industriale di successo per molti anni,fino a quando ormai esausto dei troppi impegni, decide di tornare all'agricoltura sua prima passione, come proprietario terriero. Successivamente subentrò Alessandro, i due personaggi molto elettrici e pieni di energia creano un'ottima sinergia, acquistano il Podere la Casa Rossa con soli 5,6 ettari di terreno tra vigneti ed olivi. Siamo nel 1981. In quell'anno dopo notevoli investimenti per la prima cantina, inizia la linea di imbottigliamento della prima Vernaccia di San Gimignano, quindi un porta a porta ferrato che conduce alla conoscenza del prodotto e a creare finalmente il nome della Vernaccia di San Gimignano prodotta dal Podere la Casa Rossa. Gli investimenti decollano, acquisendo altri 4 ettari di terreno.
Podere la Casa Rossa diversifica le colture, creando linee più complesse e fruttate. Si acquisiscono nuove attrezzature e le vinificazioni si fanno più lunghe e complicate, all'insegna della qualità del prodotto nostrano. Ad oggi l'Azienda vinicola è gestita da Alessandro e dal figlio Andrea che collaborando assieme alla famiglia, si sono trasmessi una "malattia" benefica che dà la forza di vivere le sue difficoltà. Lo stesso Andrea scrive: "Superare tutto nel nostro lavoro ci da anche la forza di oltrepassare i problemi della vita. Ed eccoci qua a cercare di rinnovarsi, anche se è difficile per noi, così dediti alla terra, cosa naturale e terrena che si può toccare. Quindi un virtuale che diventa realtà e che si può assaporare come i nostri prodotti. È quello che vorremmo, quando una persona assapora il nostro vino: entrare in contatto con noi... Questa è la nostra storia la nostra vita in una bottiglia di vino." La Vernaccia di San Gimignano DOCG che è considerata uno dei più importanti vini bianchi italiani e della Toscana, e vanta una lunga storia documentata sin dal I 000 d.C. La Vernaccia di San Gimignano è infatti citata da Dante, Boccaccio, Cecco Angiolieri e Francesco Redi e veniva richiesta in abbondanza durante il Rinascimento dai Medici per allietare i loro migliori banchetti e matrimoni. I produttori e cantine che contribuirono a scrivere la storia della Vernaccia di San Gimignano furono i Bardi e i Guicciardini nella Fattoria di Cusona a Pietrafitta, gli Useppi a Montauto e gli Acciaioli.
La storia della Vernaccia di San Gimignano DOCG vede la sua rinascita negli anni '60 del 1900 divenendo il primo vino italiano a fregiarsi della prestigiosa appellazione DOC nel 1966. Successivamente DOCG nel 1993, grazie all'impulso del Consorzio del Vino Vernaccia di San Gimignano. La denominazione ha voluto sin dall'inizio contraddistinguersi per qualità ponendosi tra le migliori nel panorama italiano: rese basse e grande attenzione alla biodiversità. La Vernaccia di San Gimignano è infatti storicamente una delle denominazioni italiane con numero più elevato di cantine biologiche. Sono state complici del successo e della storia della Vernaccia di San Gimignano alcune tra le migliori famiglie, aziende, produttori e cantine, sia esse storiche o più recenti, diventate oggi un punto di riferimento per la produzione delle migliori Vernaccia di San Gimignano DOCG.